Draga!

Roma, domenica mattina. Centinaia di moto attraversano largo Terme di Caracalla, poco prima che diventi viale Cristoforo Colombo. Sono davvero tanti. 

Se ne infischiano del semaforo, in effetti. 

Non sembrano autorizzati né controllati, in effetti. 

Sembrano divertirsi, in effetti.

Io sono sul bus. L’autista perde la pazienza: “Draga! Draga!”, urla all’automobilista che davanti a lui  non se la sente di squarciare il fiume di moto. 

Strombazza, avanza. Urla. 

Strombazza, avanza. Urla. 

Strombazza, avanza. Urla. 

Strombazza, avanza. Urla. 

Strombazza, avanza. Urla.

Si alzano i passeggeri del bus. Nervosismo. Poi l’automobilista prende coraggio. Passa anche il bus. Ormai le moto sono finite. Semaforo rosso. 

Buona domenica